Strisce LED per il design di interni

Che si tratti di una ristrutturazione, di una nuova costruzione o semplicemente di un cambio di punto luce, le strisce LED sono ormai una soluzione di riferimento per il design della luce negli interni.

Facilmente applicabili, di grande effetto e con costi relativamente contenuti, permettono ad architetti, utenti finali ed elettricisti di sbizzarrirsi, creando soluzioni per tutta la casa. 

Oggi sono disponibili sul mercato una quantità infinita di modelli di strisce LED differenti, più economiche o più prestazionali, integrate in profili in alluminio di qualsiasi dimensione forma, per applicazioni ad incasso, a plafone, a muro o a soffitto. Oltre ad avere vantaggi legati ai consumi contenuti e allo spazio, l’utilizzo delle strisce led permette di giocare con un’illuminazione di design, discreta ma in grado di illuminare correttamente e in modo strategico ogni punto della casa. Oltre all’utilizzo standard, l’applicazione combinata di strisce LED e dimmer, permette di regolare l’intensità luminosa, creando scenari di illuminazione perfetti, qualunque sia l’occasione, l’atmosfera da ricreare o la stagione.

Dove è possibile installare le strisce LED?

Non ci sono luoghi designati per l’applicazione delle led strips ma esistono sistemazioni in grado di valorizzare i vari ambienti di casa.
In generale le strisce led sono di facile installazione, flessibili e versatili, quindi adatte a qualsiasi tipologia di superficie o parete.

Finder ha dedicato alla gestione della regolazione delle strisce LED in bassa tensione un prodotto specifico, il Dimmer PWM, integrato con il sistema per il comfort living (smart home) YESLY, gestibile tramite app, comando vocale, pulsante tradizionale o wireless. 

Ma dove è possibile installare le strisce led da dimmerare?

  • Illuminare il soggiorno

L’applicazione dietro i profili di arredi oppure integrati nelle velette in cartongesso permette di aumentare la luminosità dell’intero ambiente creando un’illusione di illuminazione scaturita direttamente dai volumi.
Per aumentare il livello di personalizzazione, giocando con il light design, è possibile installare un’illuminazione regolabile, attraverso un dimmer Tipo 15.21.9, e gestire al meglio l’intensità luminosa in relazione al momento della giornata e all’occasione.

  • Illuminare la cucina

Tra le varie applicazioni possibili, quella in cucina è sicuramente la più diffusa. Per garantire la giusta illuminazione è possibile inserire le led strips alla base dei mobili, creando un effetto di sospensione della cucina, o installarle anche dietro la cappa o al piano cottura per realizzare un effetto di profondità, dimmerabile in base al momento della giornata, all’occasione o al piatto che si sta cucinando. 

  • Illuminare ingresso, pavimento e scale

Le aree di passaggio come ingresso, scale e corridoi richiedono un giusto livello di luce per garantire la sicurezza degli utilizzatori. In questi ambienti, ombre lunghe e luci non corrette possono rendere la visibilità di spazi o di eventuali ostacoli difficile e pericolosa. L’utilizzo delle strisce led può creare un effetto di diffusione capillare e intensa della luminosità, conciliando sicurezza e design.

Per illuminare al meglio le scale, è possibile scegliere un’installazione che enfatizzi l’effetto scenografico, come il montaggio sul sottogradino o sotto il corrimano, oppure con l’applicazione a plafone sulla parete adiacente. Grazie al dimmer Finder 15.21 PWM, attraverso l’utilizzo di IFTTT è possibile inoltre realizzare delle automazioni in funzione del grado di luminosità rilevato proprio all’interno delle scale.
  • Illuminare la camera da letto

Tra tutte le stanze, le camere da letto sono sicuramente le più “difficili” in termini di gestione della luminosità. Spesso il dilemma si combatte tra l’avere troppa o troppo poca luce, in relazione alle applicazioni e agli effetti di light design desiderati.

 L’utilizzo delle strisce LED permette di dar vita ad un’illuminazione soffusa, discreta e uniforme. Per un’atmosfera minimale e ricercata, al servizio della funzionalità, è possibile ad esempio installare le led stips sia in un punto centrale della stanza, sia dietro la testata del letto o sui bordi  guardaroba. 

Nella zona notte, è possibile aumentare il comfort con l’utilizzo di BEYON, il pulsante wireless di YESLY. Grazie ad esso sarà possibile comandare l’accensione, lo spegnimento e la regolazione dell’intensità delle luci, il movimento delle tapparelle, oppure richiamare scenari personalizzati per ogni situazione. BEYON è un pulsante che non necessita di batterie e, grazie al disco magnetico/adesivo, può essere applicato su qualsiasi superficie. E’ perciò perfetto per aggiungere dei punti di comando delle luci in modo semplice ed economico.

La giusta luminosità, sempre

Le peculiarità delle strisce led, come abbiamo visto, sono numerose e passano dall’esaltazione di un dettaglio (come scale e oggetti), all’ampliamento ottico degli ambienti e all’aumento generale della luminosità, gestibile anche in termini di regolazione di quest’ultima.

Con regolazione della luminosità ci riferiamo al “dimmeraggio” delle strisce, o più in generale delle lampade, azione in cui si interviene sulla controllo della potenza delle luci e quindi della loro intensità luminosa.
Installando le strisce con il Dimmer a bassa tensione Tipo 15.21.9 sarà possibile non solo dare un tocco di design moderno ma anche un’atmosfera rilassante e intima.

Grazie al Dimmer PWM Finder con portata ad 8A sarà possibile gestire le strisce per renderle sempre adatte all’ambiente e alle occasioni.

Come funziona il Dimmer PWM?

Il Dimmer a 12…24V DC di Finder opera tensione e corrente costante, attraverso la modulazione della larghezza d’impulso. Contrariamente ai dimmer operanti attraverso il taglio di fase in lampade LED a 230V AC, il dimmer con tecnologia PWM, dimmerando a valle dell’alimentatore, modula l’intensità luminosa attraverso degli impulsi che mantengono comunque una tensione costante.

Approfondisci le caratteristiche e il funzionamento del Dimmer PWM Finder.

Lampade LED accese anche dopo lo spegnimento? Scopri la soluzione Finder.

Category: Switch to the future

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

g.amore@findernet.com'

Article by: Giulia Amore