CAMBIO_ORA

Ora legale e ora solare. Come ottenere sempre l’illuminazione ideale con Finder

Come ogni anno (finora), la notte dell’ultima settimana di ottobre tornerà l’ora solare. Dormiremo un’ora in più e perderemo un’ora di sole il pomeriggio.

Un po’ di storia: ora legale e ora solare

Da sempre l’uomo segue l’andamento della luce per gestire i ritmi delle attività quotidiane, soprattutto quelle lavorative. Pensiamo agli agricoltori che già nell’antichità modificavano l’orario del risveglio in base al ciclo del sole.

In epoca moderna fu l’americano Benjamin Franklin a proporre l’anticipazione della sveglia nei periodi estivi e il ritardo della stessa nei periodi invernali per risparmiare nell’uso delle candele. La proposta dell’americano fu respinta e nulla cambiò fino agli inizi del 1900.
Nel XX secolo fu l’imprenditore britannico William Willet a riproporre lo spostamento delle lancette di due ore. La proposta, questa volta, trovò l’appoggio della classe politica e lo stesso anno la House of Commons inglese stabilì lo spostamento delle lancette durante il periodo estivo (solo di un’ora) e nel 1996 tutti i paesi dell’Unione europea, più la Svizzera, adottarono lo stesso calendario per il cambio dell’ora.
In Italia l’ora legale nacque nel 1916 con un decreto legislativo (n. 631), poi abolita e ripristinata varie volte fino al 1996 quando si adattò al resto dell’Europa.

Sapete che l’ora del cambio orario (02:00am) è stata scelta perché, in quella fascia oraria, la circolazione dei treni e degli altri mezzi pubblici è ridotta al minimo, riuscendo così a minimizzare il disallineamento rispetto la programmazione giornaliera dei trasporti?

Abolizione dell’ora legale

La convenzione dell’ora legale, cerca di riprodurre il meccanismo naturale della stagionalità e ha delle ripercussioni notevoli sulla produttività economica e sul risparmio di energia elettrica.
Infatti, lo spostamento un’ora avanti/un’ora indietro dell’orario, permette di sfruttare al meglio i minuti di luce naturale giornalieri, evitando l’accensione superflua di fonti di luce domestiche e pubbliche. 

Recentemente il Parlamento europeo ha appoggiato la proposta della Commissione riguardo l’abolizione del cambio dell’ora, lasciando però ai paesi la libertà di scelta rispetto l’orario da tenere. L’Italia ha optato per il mantenimento dei due differenti orari.

Gestione astronomica o oraria dell’illuminazione con i prodotti Finder

L’illuminazione giusta è un aspetto che influisce sul nostro umore, sulla nostra sicurezza, oltre ad essere necessaria per svolgere al meglio e in maniera confortevole i compiti della giornata.
Di norma, nelle prime ore dell’alba, la luce naturale è abbondante ed oscilla tra i 3074 ±1035 lux, mentre l’utilizzo di quella artificiale si assesta tra i 934 ± 867 lux. Al calar del sole, invece, il rapporto si inverte.

Finder negli anni ha progettato diversi dispositivi per una regolazione della luce automatica, personalizzabile in base alle necessità, ai gusti e agli elementi di contesto. 
Tutti i dispositivi per la gestione della luce di Finder, dagli orologi della Serie 12, agli interruttori crepuscolari delle Serie 10 e 11, sono progettati per funzionare automaticamente, a prescindere dall’ora legale/solare. In questo senso, oltre ai vantaggi funzionali che portano agli utenti finali, facilitano notevolmente il lavoro degli elettricisti i quali, impostando pochi e semplici parametri, sono sicuri di fornire una soluzione dalle performance costanti, durante tutto l’anno.

Ecco alcune delle proposte Finder per una gestione, senza pensieri, dell’accensione degli impianti.

Serie 10 – Relè crepuscolari adatti all’installazione a palo o a parete. I dispositivi della Serie 10 Finder sono stati progettati per gestire l’illuminazione in funzione della luminosità rilevata nell’ambiente; quindi il momento di accensione e spegnimento delle luci si modificherà in differenti periodi dell’anno in base alla luminosità esterna.
Questi prodotti integrano l’elemento fotosensibile e sono omologati IMQ.

Leggi l’approfondimento.

Serie 11 – I Relè crepuscolari modulari sono simili ai dispositivi della Serie 10 ma si differenziano da questi per l’aggiunta della tecnologia di riduzione a zero dell’isteresi grazie ad uno speciale algoritmo. Inoltre l’elemento fotosensibile separato, di dimensioni contenute, può essere installato nella posizione più adatta alla rilevazione del livello di luminosità esterna.

Leggi l’approfondimento

Serie 12 – Gli Interruttori orari Finder permettono la programmazione e la gestione ottimizzata dell’accensione e dello spegnimento degli impianti di illuminazione. La loro particolare progettazione li rende adatti sia ad applicazioni in contesti pubblici (come strade, parcheggi, etc), sia privati. La gamma composta da ben 13 versioni differenti, a loro volta differenziate per tensione di alimentazione e caratteristiche specifiche, a seconda dei modelli, permette la programmazione giornaliera o settimanale e la possibilità di impostare la funzione “astro” per gestire l’accensione delle luci in base alle proprie coordinate geografiche (per Tipo 12.81, 12.A1 e 12.A2)

Oltre ai dispositivi per la gestione automatica dell’illuminazione, Finder propone un’ampia gamma di componenti dedicati a gestire il livello di luminosità richiesta per ogni momento ed ambiente.

Serie 15 – Dimmer. L’installazione di questi dispositivi all’interno delle abitazioni o di uffici permette la regolazione della luminosità per generare e mantenere un comfort visivo adatto all’ambiente o al momento della giornata. 
Serie 18 – I Rilevatori di movimento Finder avviano l’accensione delle luci solo qualora venga rilevato un movimento o venga percepita la presenza di qualcuno. I dispositivi della gamma si differenziano per tipologia di rilevazione e range di azione; garantiscono l’illuminazione quando serve e si adattano perfettamente a tutte le esigenze applicative.

 Leggi l’approfondimento.

Vantaggi generali dell’utilizzo dei dispositivi Finder 

La progettazione di tutti i dispositivi Finder parte dall’idea:“usiamo la luce quando serve”, unendo pertanto il concetto di risparmio energetico a quello di funzionalità intelligente, sviluppati in un percorso di evoluzione di oltre 65 anni. 

Grazie ai relè e dispositivi Finder per la gestione dell’illuminazione è possibile:

  1. Ridurre i consumi energetici
  2. Semplificare e velocizzare le operazioni di l’installazione e programmazione 
  3. Godere della qualità e garanzie di prodotti Made in Italy, riconosciuti e certificati da molteplici enti terzi italiani ed internazionali

Scarica qui >> la brochure dedicata a tutte le soluzioni per la gestione della luce in ambito residenziale.

Category: Switch to the future

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

g.amore@findernet.com'

Article by: Giulia Amore