finder-carta-fsc

Finder utilizza la carta certificata FSC

L’attenzione alle problematiche ambientali e climatiche, nel corso degli anni, ha condotto Finder al raggiungimento delle certificazioni necessarie ad una gestione responsabile ed etica delle risorse.

Costantemente alla ricerca di soluzioni funzionali e che siano il frutto di un utilizzo responsabile delle risorse, l’azienda ha scelto di collaborare con fornitori aderenti allo standard FSC (Forest Stewardship Council) per la pubblicazione della propria documentazione. Questa scelta rappresenta sia la volontà aziendale di far parte di una filiera eticamente responsabile e sostenibile, sia l’impegno concreto nel sostenerla.

La carta riciclata e carta ecologica

Per comprendere la scelta di utilizzo della carta certificata FSC, è prima di tutto necessario chiarire la differenza fra carta riciclata e carta ecologica.

La carta bianca riciclata viene a processi di sbiancamento che generalmente prevedono l’utilizzo di sostanze chimiche inquinanti. Il presupposto per poter dichiarare una carta bianca “ecologica”, è quello di non utilizzare agenti chimici nei processi di trattamento e di utilizzare fibre di cellulosa vergine provenienti da foreste certificate FSC.
Un tipo di carta, quella ecologica, che consente il suo riutilizzo fino a 7 volte, con annessi vantaggi in termini di impiego delle risorse forestali ed energetiche e minori emissioni di CO2.

La carta ecologica certificata FSC

La caratteristica principale della carta ecologica certificata FSC è quella di essere prodotta con fibre provenienti da foreste gestite nel rispetto di precisi standard sociali, ambientali ed economici così come certificato dall’ente dedicato, il Forest Stewardship Council.

Si tratta quindi di carta prodotta nel rispetto dell’ambiente, della biodiversità e dei diritti dei lavoratori e delle popolazioni locali.

Scegliere una carta FSC® dà la certezza che per produrla non sia stata abbattuta nessuna foresta primaria e non sia stata danneggiata nessuna comunità né tantomeno l’equilibrio dell’ecosistema

Anche in Italia sono presenti foreste FSC, scopri dove si trovano! 

Cos’è lo standard FSC

FSC, Forest Stewardship Council, è un’organizzazione non governativa indipendente fondata nel 1993 per proporre una gestione rispettosa delle foreste e dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile.
Il marchio FSC certifica carte prodotte nel rispetto dell’ambiente, della biodiversità, dei diritti dei lavoratori e delle popolazioni locali, e gestisce i prodotti secondo i principi e i criteri dei due standard che lo compongono: FM e FSC.

Una certificazione ad hoc

Operante nella produzione cartacea e derivante dal legno, i prodotti FSC vengono certificati da un’etichetta on-product.
Ogni prodotto che espone la certificazione FSC contiene un codice di licenza univoco che identifica l’azienda o l’organizzazione che ha realizzato il prodotto e una specifica denominazione in base al materiale adoperato (documento, cartellonistica, packaging, etc.).
Nello specifico, l’organizzazione riconosce tre etichette differenti:

  • FSC 100%, come riferimento ai prodotti che contengono legno (o fibra di legno) provenienti da foreste FSC. 
  • FSC Misto, per articoli contenenti almeno il 70% di materia proveniente da foreste FSC o da fonti controllate (Controlled wood).
  • FSC Riciclato per merci contenenti esclusivamente legno o fibra di legno riciclata.

L’utilizzo di carta ecologica FSC per i prodotti cartacei Finder è in atto e sta gradualmente coinvolgendo sempre più prodotti realizzati con/su base cartacea.

Un’iniziativa, quella di Finder, che fra i suoi effetti positivi ha anche quello di coinvolgere e sensibilizzare i propri clienti verso scelte ecologiche, rendendo l’azienda promotrice di una gestione più sostenibile delle risorse.

Category: Switch to the future

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

g.amore@findernet.com'

Article by: Giulia Amore