nazionale italiana baseball grizzlies torino

Vince l’energia nello stadio di Via Passo Buole – Torino

Finder, da sempre sostenitrice del mondo dello sport e dei suoi valori, ha recentemente donato una fornitura di componenti necessari a migliorare la gestione energetica dello stadio di baseball dei Grizzlies Torino.

grizzlies torinoCostanza, sostegno, passione e lavoro di squadra sono solo alcuni degli elementi che accomunano l’azienda piemontese e l’universo culturale del baseball, uno sport che, in Italia, si è affermato piuttosto tardi rispetto ad altri paesi del mondo (è infatti del 1948 la prima associazione di baseball italiana) ma che, col passare degli anni, ha riscosso sempre maggiore successo.
Una disciplina appassionante, tra le cinque più diffuse al mondo, che risulta al primo impatto relativamente complessa, principalmente a causa delle sue numerose regole di gioco. 

Proprio questo essere “poco intuitivo” rende talvolta difficoltoso riuscire a coinvolgere e far approcciare le nuove generazioni al baseball e, anche per questo motivo, le strutture in cui è possibile praticare questo sport in Italia non sono particolarmente numerose.
Una di queste si trova a Torino ed è teatro, da ormai 35 anni, degli allenamenti del “Grizzlies Torino 48 Baseball Club”.

I Grizzlies Torino 28 Baseball Club e lo stadio di baseball e softball di Via Passo Buole – TO

La storia del club trova le sue origini dalla fusione di due società torinesi di più lunga data, i “Di Falco’s Grizzlies” (1984) e i “Torino 48” (1999), unitesi nel 2000 con l’obiettivo di crescere un gruppo di giovani atleti preparandoli per il campionato della serie maggiore.

Il luogo ideale per questa attività non poteva che essere lo stadio di Via Passo Buole a Torino, costruito negli anni ’70 su modello degli stadi cubani più all’avanguardia e teatro, prima nel 1983 e poi nel 2009, di alcune fasi dei Campionati Mondiali di Baseball. Nel corso degli anni la struttura è stata soggetta a diverse opere di ristrutturazione e di miglioramenti tecnici, soprattutto ad opera del comune della città di Torino.

Tuttavia, da alcuni anni, non potendo più occuparsi direttamente della struttura, l’amministrazione comunale ha scelto di lasciare la gestione diretta dei maggiori impianti sportivi cittadini ai privati o alle stesse società utilizzatrici.
È in questa occasione che i Grizzlies hanno preso le redini dell’impianto grazie ad un contratto di gestione straordinaria quinquennale che prevede la manutenzione ordinaria, la cura dei manti erbosi, la pulizia e la messa a disposizione gratuita dell’impianto alle scuole che ne fanno richiesta.

Oggi la struttura di Via Passo Buole si compone di un campo principale da Baseball con illuminazione per le partite in notturna e tribuna coperta da 1000 posti, una tensostruttura riscaldata per gli allenamenti invernali, un campo da softball e un campo da baseball per la categoria under 12, il tutto incastonato in un ampio spazio verde recintato e protetto.
Tutte le partite di qualsiasi categoria (junior o adulti) sono ad ingesso libero sulle tribune, al fine di coinvolgere maggiormente la città e far appassionare sempre più persone a questo sport.

Proprio qualche giorno fa, presso lo stadio di Via passo Buole si è disputata l’amichevole fra la Nazionale di baseball italiana e i Grizzlies di Torino, evento che ha riempito gli spalti e che fra gli ospiti ha visto la partecipazione di importanti autorità cittadine e regionali.

Il supporto di Finder per la manutenzione dell’impianto

Per far sì che dopo quasi 50 anni di vita la struttura di Via Passo Buole  continui ad essere considerata un polo sportivo d’eccellenza, sono necessari costanti e sistematici interventi per la manutenzione dell’impianto.

La gestione coordinata di comune e società sportiva ha funzionato bene in questi anni, ma diventa sempre più importante reperire investimenti da sponsor e partner di diverso tipo che, tuttavia, data l’ancora poca notorietà nel nostro Paese di questo sport, spesso sono difficili da reperire.

La realtà dei Grizzlies Torino 48 si è così incontrata con quella di Finder, grazie alla mediazione di un Dirigente, funzionario commerciale in DEMO SpA e da anni collaboratore nella società.

Dopo un’attenta analisi della situazione dell’impianto di illuminazione dello Stadio si è così deciso di donare una fornitura di materiale elettrico al fine di rinnovare l’impianto esistente e contribuire così alla crescita e allo sviluppo di uno sport colmo di valori importanti e da condividere.

Quali prodotti sono stati installati

Per il rinnovamento dell’impianto dello stadio sono stati utilizzati i contatori di energia, i relè crepuscolari e i rilevatori di movimento Finder. Questi hanno permesso di ottenere sia un risparmio energetico sia la condivisione dei consumi con il comune di Torino, proprietario dell’impianto.
Oggi il Direttivo dei Grizzlies, interamente costituito da volontari appassionati, lavora per apportare costanti migliorie alla struttura, facendo leva soprattutto sulle nuove tecnologie;  fra queste, spiccano i progetti legati all’impianto di illuminazione (oggi 168 kW) e al controllo accessi.

Category: Case Histories

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

s.cirelli@findernet.com'

Article by: Simona Cirelli