SPS_IPC_Drives_Italia

SPS IPC Drives Italia: obiettivo raggiunto!

Dal 12 al 14 Maggio Finder ha partecipato alla quinta edizione di SPS IPC DRIVES ITALIA, fiera d’eccellenza sull’automazione industriale.
La manifestazione, organizzata da Messe Frankfurt, è stata caratterizzata dalla presenza dei principali fornitori di componenti e sistemi per l’automazione e dalla presentazione di nuovissime applicazioni e soluzioni tecnologiche.

L’Italia è il secondo mercato europeo per l’automazione industriale che, come ha reso noto Giuliano Busetto, Presidente di ANIE Automazione, nel 2014 ha registrato un aumento del 5% rispetto all’anno precedente.
Uno degli obiettivi di SPS IPC Drives Italia è stato quello di dare maggiore risalto alle aziende italiane e basta dare un’occhiata ai numeri raggiunti dalla fiera, per capire che questi obiettivi sono stati decisamente raggiunti:

  • 608 espositori (+4% sul 2014)
  • 51.800 mq (+8% sul 2014)
  • 23.454 visitatori (+11% sul 2014)

Anche la location, Parma, ha fatto la sua parte: posizionata nel pieno della Pianura Padana, gode di una perfetta centralità geografica, il che ha consentito ai visitatori provenienti dal settentrione ma anche dall’Italia centrale, di raggiungere semplicemente ed in poco tempo la struttura.

Tema conduttore di tutte e tre le giornate è stato “Industrie 4.0” (argomento approfondito in questo articolo) e l’importanza dell’automazione orientata verso una produzione sempre più efficiente, flessibile, innovativa e sostenibile.

A supporto di queste tematiche, si sono svolte numerose tavole rotonde, convegni e workshop che hanno permesso un utile confronto sui cambiamenti in atto.

Tracciabilita’ come garanzia dell’eccellenza

Durante gli incontri si è sentito molto parlare di come tracciabilità ed efficientamento della catena produttiva siano punti strategici a cui dedicare la giusta attenzione, in quanto consentono alle aziende di aumentare la loro competitività sul mercato.

Tutti concordano sul fatto che una maggiore tracciabilità dei prodotti consente di migliorare il rapporto di fiducia fra produttore e consumatore eche anche tracciare l’energia impiegata durante la catena produttiva,  permette di individuare ed eliminare tutti i possibili sprechi, portando l’azienda sulla strada dell’efficienza.

Finder ha partecipato alla fiera per il quarto anno consecutivo, con un aumento delle visite pari al 34% rispetto al 2014. I clienti, provenienti maggiormente dal nord e centro Italia, si sono rivelati sempre più qualificati e con un interesse e un’attenzione sempre maggiori verso le innovazioni apportate ai prodotti Finder.

Infatti in questa edizione di SPS IPC Drives l’azienda ha presentato ufficialmente  alcuni nuovi prodotti come gli zoccoli con tecnologia “push IN” e fusibile con indicatore LED; i nuovi alimentatori switching da 10A che arricchiscono la gamma; la nuova serie 7S, conforme alle applicazioni di sicurezza secondo la Direttiva Macchine (SIL 2) ed i nuovi interruttori orari con tecnologia NFC, programmabili con app dedicata tramite smartphone.

Analizzando questi risultati, si sono decisamente confermate le aspettative attese e tutti gli occhi sono già puntati alla prossima edizione.

 

Category: Events

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Silvia Minini