rilevatori_di_movimento

Sensori di movimento e di presenza: diverse funzioni di rilevamento

Un modo semplice e veloce per evitare sprechi di energia, riducendo i costi, è sicuramente quello di gestire (ove possibile) il proprio impianto di illuminazione attraverso l’utilizzo dei sensori di movimento e dei sensori di presenza.

Capita che le informazioni sulle differenze tecniche di questi due prodotti siano insufficienti a determinare la scelta fra l’uno e l’altro.
Per questo motivo, di seguito verranno indicate le principali differenze utili per poter decidere correttamente quale rilevatore scegliere, in modo da essere più sicuri di installare il più adatto alle proprie esigenze.

Differenza fra un sensore di movimento e un sensore di presenza (PIR –Passive InfraRed)

Per prima cosa è necessario distinguere i sensori di movimento dai sensori di presenza.

I sensori di movimento, detti anche PIR o rilevatori di movimento, fanno in modo che la luce si accenda automaticamente ogni volta che il sensore rileva un movimento. 
Nel caso di una stanza affollata, dove entrano ed escono molte persone, il sensore di movimento quindi continuerà a rilevare movimenti e la luce non si spegnerà mai. Si spegnerà solo quando l’ultima persona presente è uscita dall’area di rilevamento del sensore ed è trascorso il periodo di accensione impostato. L’illuminazione artificiale resterà accesa anche se nel frattempo la luce naturale (diurna) è diventata sufficiente per illuminare la stanza.

Per sensore di presenza, invece, si intende un dispositivo che possiede le stesse funzioni di un sensore di movimento, ma che è molto più sensibile, in quanto in grado di rilevare anche piccolissimi movimenti (micromovimenti). 

Le differenze nel range di rilevamento

Entrambi i rilevatori registrano l’irradiazione di calore nell’ambiente all’interno dei propri range di rilevamento.
L’irradiazione di calore viene poi tradotta in un segnale elettrico misurabile, che consente di comandare l’accensione o lo spegnimento dell’illumnazione.
I range di rilevamento variano in base al tipo di rilevatore di movimento/presenza. Nel momento in cui si sceglie di installare un rilevatore, è necessario quindi chiedersi che tipo di area si intende ricoprire.

Nell’immagine qui sotto, sono illustrati i gradi di rilevamento e i relativi metri di copertura dei sensori di movimento e presenza Finder.

Aree di rilevamento dei sensori di movimento Finder
Aree di rilevamento dei sensori di movimento Finder

Tipi di rilevatori di movimento Finder

I rilevatori di movimento e presenza hanno ognuno diverse caratteristiche, in risposta a diverse esigenze di applicazione. In particolare sono disponibili:

  • rilevatori di movimento da interni
  • rilevatori di movimento da esterni
  • rilevatori di presenza da interno

Rilevatore di movimento da interni

rilevatore-di-movimento-presenza-da-frutto-Finder
Rilevatore di movimento Finder da frutto – tipo 18.91
Rilevatore di movimento a parete Finder tipo 18.01
Rilevatore di movimento a parete Finder -tipo 18.01

Adatti per le aree di passaggio, fanno parte dei rilevatori di movimento da interni i dispositivi applicabili:

  • da incasso a parete con range di rilevamento 180° – tipo 18.61Quest’ultimo dispositivo (immagine sotto) si presenta in scatola da 2/3 moduli (502 o 503) verniciabile, caratteristica grazie alla quale è possibile la sostituzione di pulsanti o interruttori installati a parete, rispettando il design dell’ambiente;
Rilevatore di movimento Finder da parete tipo 18.61
Rilevatore di movimento Finder da incasso a parete – tipo 18.61

Rilevatore di movimento da esterni

I rilevatori di movimento da esterno si caratterizzano per essere adatti all’installazione in ambienti umidi, come bagni o docce, oppure in aree esterne come parcheggi, giardini. 

Rilevatore di movimento da esterno finder tipo 18A1
Rilevatore di movimento da esterno Finder – tipo 18.A1

Per potersi considerare adatti all’applicazione in ambienti umidi, occorre che siano omologati IP5x.

Fanno parte di questo tipo di installazione il rilevatore di movimento Finder tipo 18.11 (con omologazione IP54) e tipo 18.A1 (con omologazione IP55)installabile facilmente attraverso i morsetti push-in; tecnologia che permette la connessione rapida dei cavi rigidi, o intestati con un puntale, con una semplice inserzione nel terminale.

Connessione dei cavi con teconologia push-in
Connessione dei cavi con teconologia push-in

Rilevatore di presenza da interni

I rilevatori di presenza da interni sono particolarmente adatti per essere utilizzati in uffici, scuole, aree con bassa attività da parte degli occupanti, in quanto grazie alla tecnologia più sensibile, sono in grado di rilevare anche i più piccoli movimenti.

Della gamma dei rilevatori di presenza da interni Finder, fanno parte il tipo 18.51 a soffitto/controsoffitto e il modello 185182300040 che possiede inoltre le funzioni di comando/spegnimento forzato tramite pulsante esterno e di compensazione dinamica della luminosità, funzione per il risparmio energetico che permette l’accensione e lo spegnimento automatico delle luci solo quando necessario.

Per le applicazioni che adottano lo standard KNX

Per le applicazioni nei sistemi di building automation che adottano lo standard KNX,  è possibile installare a soffitto/controsoffitto il rilevatore di movimento e presenza con tecnologia KNX tipo 18.5K, dotato, oltre ad ulteriori funzioni di rilevamento e gestione dell’illuminazione, di 2 uscite (data telegrams) per controllo carichi (illuminazione, HVAC etc.), 1 uscita (data telegram) ed un collegamento Master/Slave per estendere l’area di rilevamento.

Per le applicazioni che adottano lo standard DALI

Per gli edifici in cui si utilizza la gestione digitale delle luci attraverso lo standard DALI, è possibile installare a soffitto/controsoffitto il rilevatore di movimento e presenza con interfaccia DALI tipo 18.5D, che può essere utilizzato in tre diverse modalità:

Comfort: regola e mantiene un livello di luminosità costante in base al movimento e alla luce diurna, aumentando o diminuendo il livello della luce artificiale comandata (funzione adatta per uffici, aule, ambienti di lavoro)

Semplicità: si comporta come un semplice rilevatore di movimento, attiva le lampade al 100% della potenza. Segnala con la riduzione della potenza al 50% per 20 secondi l’imminente spegnimento. Evita lo spegnimento improvviso.

Cortesia: quando il livello di luminosità è inferiore al valore impostato, attiva la luce artificiale al 10% della potenza garantendo un livello minimo di illuminamento. Se viene rilevato il movimento, la potenza delle lampade viene regolata al 100% e mantenuta fino all’ultimo movimento rilevato. Segnala con la riduzione della potenza al 50% per 20 secondi l’imminente spegnimento (funzione adatta per aree comuni, atrii, corridoi, zone ascensori)

Con il sensore di presenza DALI si possono gestire fino a 8 alimentatori DALI. L’indirizzamento avviene infatti in “Broadcast”, tutti gli alimentatori DALI sono “slave” ed eseguono il comando ricevuto dal rilevatore di movimento.

Montare correttamente un sensore di movimento

Una volta scelto il rilevatore più adatto alle proprie esigenze, è altrettanto importante saperlo installare nel modo corretto, facendo particolare attenzione alle regolazioni e al punto in cui viene montato.

Al momento del montaggio, infatti, occorre fare attenzione che non si presentino fonti di disturbo, come ad esempio oggetti che limitino la visibilità del sensore, la presenza di sistemi di riscaldamento o ventilazione che possano generare variazioni di temperatura, oppure la presenza di altri mezzi di illuminazione che possano interferire con la rilevazione del dispositivo.

L’impostazione dei LUX

È inoltre importante prestare attenzione sull’impostazione corretta del sensore con i lux adeguati.
Il lux è l’unità di misura utilizzata per l’illuminazione e misura la luce visibile. Su ogni rilevatore è possibile impostare i lux al di sotto dei quali la luce si dovrà accendere.

E’ possibile regolare sia la sensibilità alla luce, da un valore minimo (circa 1 lx) ad un valore ottimale per uffici e ambienti di lavoro (500 lx), con la possibilità di escludere completamente il sensore di luce, garantendo l’accensione in qualsiasi situazione di luminosità, sia il ritardo di spegnimento, ovvero la durata dell’accensione delle luci nel momento in cui il sensore rileva attività.
Per ottenere il massimo risparmio energetico, è comunque opportuno regolare il sensore sulla luminosità confort garantita anche dalla luce naturale.

Inoltre, con il rilevatore di movimento e presenza con interfaccia bluetooth l’impostazione può essere effettuata comodamente da uno smartphone

regolazioni rilevatori di movimento
Regolazioni di un rilevatore di movimento
Lux (3):
I. sensibilità minima (circa 1 lx)
II. ambiente di passaggio (> 10 lux)
III. uffici – ambienti di lavoro (circa 500 lx)
IV.sempre ON (? lx)
La regolazione della sensibilità (2):
permette di adattare il
rilevatore di movimento all’ambiente nel quale è utilizzato ed evitare
accensioni non volute.
Il ritardo di spegnimento (1):
è regolabile da 12 secondi a 35 minuti.
Tempo:
I. 12 secondi
II. 3 minuti
III. 15 minuti
IV. 35 minuti

Per dare un’idea e quindi semplificare l’impostazione, di seguito sono riportati alcuni esempi di installazioni ed i lux ritenuti più opportuni da impostare:

Giornata di sole serena 100.000 lx
Giornata estiva nuvolosa 20.000 lx
All’ombra in estate 10.000 lx
Sala operatoria 10.000 lx
Giornata invernale nuvolosa 3.500 lx
Illuminazione studio TV 1.000 lx
Illuminazione ufficio/camera 500 lx
Illuminazione corridoio 100 lx
Illuminazione stradale 15 lx
Candela lontana ca. 1 metro 1 lx
Notte di luna piena 0.25 lx
Cielo notturno stellato (luna nuova) 0.001 lx

Regolazione con Bluetooth tramite app Android – iOs

Grazie all’utilizzo della tecnologia Bluetooth Low Energy (BLE), la programmazione del rilevatore di movimento e presenza Finder può essere effettuata anche comodamente attraverso lo smartphone. 

Si tratta del rilevatore di movimento e presenza tipo 18.5B, con area di rilevamento fino a 64 m2, movimento 8×8 m, presenza 4×4 m, impostazione del tempo di ritardo da 12 secondi a 25 minuti e sensibilità di lettura su tre livelli.

Effettuata l’installazione a soffitto/controsoffitto è sufficiente scaricare l’App gratuita Finder Toolbox per Android o per iOs, ed impostare tutti i parametri.

Guarda il video per sapere come funziona!

 

Category: Switch to the future

Tags:

15 comments

  1. ELIMINARE INTERUTTORI EPULSANTI VARI é SEMPRE STATO ILMIO SOGNO . LA LUCE CHE TI ACCOMPAGNA ANCHE SE HAI LE ,MANI OCUPATE . DATEMI LA POSSIBILITA DI REALIZZARE IL MIO SOGNO.

  2. Buongiorno,
    gestiamo coworking e vorremo utilizzare un sensore per accendere le luci nei singoli spazi (d 10mq a 30mq) in sostituzione dell’interruttore tradizionale che agisca nel seguente modo:
    1) ON quando entra qualcuno nello spazio e se l’illuminazione solare sia insufficiente (regolazioen LUX)
    2) rimanga ON finche’ ci sono persone all’interno, anche se fanno pochi movimenti (sono sedute ad un tavolo) o quasi immobili
    3) quando esce ultima paersona dopo x sec si spegne
    Domande
    a) quale tecnologia consigliate?
    b) l’installazione al posto dell’interruttoe e’ corretta oppure meglio nel soffitto a fianco lampada
    c) esiste la possibilita’ che si spenga la luce durante il soggiorno degli utenti? (succede spesso nei bagni dei ristoranti di rimanere al buio e ci si deve sbracciare per riaccendere la luce
    d) il sensore va alimentato: meglio vicino alla lampada a soffitto che ha gia L+N rispetto all’interruttore dove al 90% bisogna portare alimentazione?

    1. Buongiorno Alex,
      le confermo che può trovare ciò che sta cercando fra le funzioni dei nostri prodotti.
      Riguardo le necessità elencate, cerco di risponderle “brevemente” 😉 invitandola comunque a contattarci al n. verde 800/012613 o scrivendo a support@findernet.com per avere informazioni più dettagliate dai nostri tecnici!
      Per quanto riguarda il punto 1) e l’accensione del rilevatore di movimento/presenza:
      sul rilevatore è possibile sia impostare i lux, la luminosità, al di sotto dei quali la luce si dovrà accendere, sia impostare l’accensione del rilevatore in qualsiasi situazione di luminosità (quindi anche nel caso in cui la luce naturale sia sufficiente).
      Le consiglio di guardare questo tipo, facilmente programmabile da smartphone: http://bit.ly/18518230B300_BLUETOOTH o il nostro rilevatore di movimento e presenza con interfaccia DALI: http://bit.ly/185D82300000_DALI che, fra alcune ulteriori funzioni, regola e mantiene un livello di luminosità costante in base al movimento rilevato e alla luce diurna, aumentando o diminuendo la quantità della luce artificiale comandata.

      Per quanto riguarda il punto 2) e il rilevamento dei micromovimenti:
      l’inconveniente che la luce si spenga se la persona presente nella stanza è quasi immobile, dipende dalla sensibilità del sensore.
      I nostri rilevatori di movimento e presenza per installazione a soffitto, possiedono due aree di rilevamento che coprono fino a 64mq di rilevamento:
      un’area di presenza di 4×4 metri, adatta a rilevare i micromovimenti ed un’area di 8×8 metri, adatta alle zone di passaggio o di maggiore attività.

      Punto 3) spegnimento del rilevatore di movimento quando non è presente nessuno nella stanza:
      Il “tempo di ritardo”, ovvero i secondi/minuti dopo i quali la luce deve spegnersi se la stanza rimane vuota, è una funzione regolabile a seconda delle esigenze ed è variabile a seconda del tipo di rilevatore: ad esempio può essere da 10secondi a 35minuti o da 12secondi a 25minuti. Questo tipo http://bit.ly/185182300040_ON-OFF possiede anche un pulsante esterno per l’accensione o lo spegnimento forzato.

  3. Buongiorno,io dovrei istallare dei sensori di mivimento per accendere delle luci nelle scale,però ho il problema che le scale hanno il pianerottolo all’interno di un salone e della sala giochi dei bimbi,quindi ricpschierei di trovare accese sempre le luci anche quando non ne ho bisogno,non c’è qualche prodotto che mi consenta di far accendere la luce da una distanza minima e con in angolazione che decido io?
    Grazie Fabrizio

    1. Buongiorno Fabrizio,
      fra i diversi tipi di rilevatori di movimento, abbiamo il tipo 18.01 con fissaggio a parete che è orientabile verso una precisa zona di passaggio.
      Però, per chiarire meglio cosa può essere più adatto alle sue esigenze, la invito a contattare direttamente l’assistenza tecnica Finder al n. verde 800/012613 che sicuramente potrà darle informazioni più dettagliate!

  4. salve a me servirebbe un rilevatore da uso esterno ( giardino) ma che non rilevi movimenti di piante ma solamente di corpi estranei quali persone e animali

    esiste qualcosa del tipo?

    1. Buongiorno Guglielmo,
      i rilevatori di movimento Finder per uso esterno sono il tipo 18.11 (IP 54) e il tipo 18.A1 (IP 55);
      Il rilevatore rileva anche il movimento di piante, rami, ma se ha necessità di monitorare una specifica area, è possibile orientare l’angolo di rilevamento della lente in modo da escludere determinate zone.
      Contatti l’assistenza al n. verde 800/012613 (lun-ven 8.30-12.30 – 13.30-17.30) per conoscere ulteriori dettagli tecnici!

  5. Buongiorno, io avrei una richiesta particolare: ho un vialetto coperto da una tettoia e vorrei che di notte si accendessero le luci sia entrando che uscendo. Dovrei quindi collegare due sensori ad una lampadina. Come posso fare?

    1. Buongiorno Tiziano,
      sono Roberto, promotore tecnico FINDER.
      Quanto è lungo questo vialetto? Perchè secondo me riusciamo a risolvere il problema montando un prodotto solo. Ti consiglio i modelli 18.11.8.230.0000 o 18.A1.8.230.0000, che hanno un grado di protezione dall’acqua tale da poter essere installati all’esterno degli edifici (è vero che la tettoia nella tua situazione protegge il vialetto dalla pioggia, ma non vi è copertura laterale, per cui l’umidità danneggerebbe comunque qualsiasi prodotto “da interno”).
      Per il collegamento fisico ti basta dare alimentazione diretta al prodotto e collegare il morsetto di uscita del rilevatore direttamente alle lampade. Verifica che la potenza totale (W) delle lampade che devi comandare non superi la portata massima del prodotto.
      Per qualsiasi dubbio contattami al 3386341600 o via mail all’indirizzo r.rey@findernet.com
      A presto

      Roberto Rey

  6. Grazie Roberto per la sollecitudine, ti farò avere al più presto una foto del vialetto, così potrai verificare la o le posizioni.

  7. Buongiorno Emanuela . IL MIO SOGNO è RIMASTO NON SI è ANCORA REALIZZATO ASPETTO DI CONOSCERE I VOSTRI NUOVI RILEVATORI E DOVE ACQUISTARLI GRAZIE…

    1. Buongiorno Romano
      provo a rendere il suo sogno un po’ più raggiungibile!
      Proprio in questi giorni è uscito il nuovo rilevatore di movimento e presenza ultra compatto da frutto. Può scoprirlo in questo link: http://bit.ly/Rilevatore-di-movimento-ultra-compatto
      Si tratta di un modello caratterizzato da una lente piatta, che rende il sensore invisibile e totalmente mimetizzato nella pulsantiera
      Per sapere dove acquistare i nostri prodotti, cerchi sulla mappa il rivenditore più vicino alla sua zona: http://bit.ly/trova-il-distributore, mentre per conoscere tutta la nostra gamma di rilevatori di movimento e presenza, consulti il catalogo qui: http://bit.ly/Rilevatori_movimento_presenza_Finder.
      Mi tenga aggiornata! 😉

  8. buon giorno ,
    conosco i vostri prodotti da tempo e sono rimasto parecchio soddisfatto, sia per i costi che per l’affidabilità e la loro durata, ma ora mi trovo in una situazione un po’ particolare: mi servirebbe un sensore che in condizioni di bassa luminosità accenda la luce automaticamente al passaggio delle persone ma che si debba spegnere solamente con un pulsante, senza limiti di tempo, avete qualche suggerimento?

    1. Buongiorno Dalmazio,
      ci fa tanto piacere sentire che si è trovato bene con i nostri prodotti. Grazie!
      Per quanto riguarda l’accensione del sensore in condizioni di bassa luminosità, questa funzione è presente su ogni modello ed è regolabile impostando la sensibilità alla luce desiderata (generalmente da 1 lx a 500 lx).
      Il comando di spegnimento forzato tramite pulsante esterno, invece, è una funzione che può trovare su questo modello 185182300040 (http://bit.ly/Rilevatori_movimento_presenza_FinderPagina 4).
      qui un breve video che mostra il funzionamento 😉 http://bit.ly/funzione-spegnimento-forzato
      Per qualsiasi altra informazione tecnica, non esiti a contattarci al n. verde 800/012613 (lun-ven 8.30-17.30)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Emanuela De Palo