made in italy finder almese

Il rilancio parte dall’azienda di valore

Le ripercussioni economiche  globali generate dalla emergenza del Covid19 hanno impattato fortemente sulle aziende del settore manifatturiero italiano ed europeo.
Le imprese più colpite sono state quelle caratterizzate da un sistema aziendale basato su una supply chain lunga e/o su una produzione delocalizzata, compromesse dalla chiusura dei confini, dai lockdown messi in atto nei vari paesi e dal conseguente blocco dell’intera filiera su cui basavano la propria produzione.

Pierluigi Voghera – marketing manager Finder riassume correttamente attraverso una famosa citazione, ciò su cui è importante focalizzarsi ora più che mai:

“In una crisi, sii consapevole del pericolo, ma riconosci l’opportunità.”

Le barriere imposte per la tutela dei cittadini dei singoli stati hanno tragicamente aggravato le conseguenze per aziende e industrie che hanno delocalizzato approvvigionamenti e forniture al di fuori dello stato in cui operano e della comunità EU.

La scelta di delocalizzare la produzione di un determinato prodotto o di un’intera gamma è un fenomeno che da oltre 50 anni ha preso prepotentemente piede tra le aziende italiane e non solo.

È in questo scenario che la produzione nostrana, insieme ai concetti di filiera corta e Made in Europe, acquistano un valore, ancora maggiore, così come le conseguenti riflessioni su qualità, processi costruttivi, condizioni di lavoro ma soprattutto reperibilità immediata sul mercato dei prodotti.
Finder da oltre 65 anni ha scelto i benefici dell’autonomia produttiva e progettuale credendo ed investendo nel Made in Italy e nel Made in Europe di qualità (stabilimenti produttivi in Italia, Spagna e Francia).  

Il valore di un’azienda autonoma

Nello stabilimento di Almese si svolge la massima parte di tutto il processo produttivo; dalla lavorazione delle materie prime alla produzione dei prodotti semilavorati, fino al loro assemblamento in prodotto finito.

Il know how interno 

L’azienda gestisce direttamente tutte le fasi della catena produttiva, sfruttando il know how interno che consente la progettazione e la realizzazione delle automazioni funzionali all’intero processo.
Nel video la testimonianza del tecnico Paolo Ala – costruzione stampi e macchine Finder

Il capitale umano, costituito dall’insieme di collaboratori e partner coinvolti nello sviluppo di questa catena di valore, rappresenta un elemento di distinzione per Finder fra le imprese del settore elettrico. A questo modello corrisponde anche la capacità aziendale di rimanere autonoma a livello finanziario, continuando ad investire in nuovi prodotti e tecnologie.

Qualità certificata in tutto il mondo

Le certificazioni sulla qualità dei processi, nonchè le numerose e diverse omologazioni sulla gamma di prodotti, non solo garantiscono un livello di affidabilità elevato per l’intera produzione, ma al contempo creano i presupposti per l’utilizzo in sicurezza in una pluralità di settori industriali.

Finder assicura il controllo e l’omologazione di ogni gamma di prodotto da parte di enti terzi, autorizzati sulla base di area geografica, settore industriale specifico e necessità applicative, per un’affidabilità ancora maggiore dei prodotti, sia per il quadrista che per il costruttore di macchinari e impianti. 

Alcune delle omologazioni Finder:
– CE: necessaria per tutti i prodotti commercializzati all’interno dell’EU
– EX
– CCC
– CSA
– EAC
– GL
– RINA
– ENEC
– UL
– VDE
– TUV
– IMQ

Un network esteso

La produzione e la distribuzione dei propri prodotti vengono anch’esse seguite direttamente da Finder attraverso i quattro stabilimenti in Europa e un network internazionale composto da 27 filiali che garantisce supporto, assistenza e consulenza tecnica specializzata ad alto livello sia pre-vendita che post- vendita in tutto il mondo. Nel video la voce del team Finder in prima linea.

I vantaggi della filiera corta 

Scegliere prodotti che seguono un processo di produzione fortemente integrata verticalmente significa scegliere la trasparenza, la tracciabilità dei singoli componenti e la qualità di un processo produttivo monitorato dalla A alla Z. 

È per questo motivo che ricerca e sviluppo in Finder trovano le proprie basi su contenuto tecnologico e qualità del prodotti, elementi complementari alla varietà di gamma e indispensabili per competere davvero nel settore elettrico mondiale. Una scelta di valore, orientata a generare un vero progresso nel settore, introducendo in modo sicuro ed affidabile innovazioni semplici, capaci di migliorare quotidianamente la vita degli utilizzatori e le performance finali dei prodotti.

Inoltre, grazie ad un sistema logistico basato su magazzini automatici, due locations di smistamento in Europa (Torino e Francoforte) e oltre 4.250 codici sempre disponibili, Finder è in grado di consegnare i propri prodotti in 2-4 giorni lavorativi, garantendo la continuità della produzione ai propri clienti.

spedizioni produzione finder almese

Creare connessioni di valore

Finder investe nella costruzione di rapporti di collaborazione durevoli con i propri clienti, attraverso l’attenzione al servizio, la disponibilità allo sviluppo di note tecniche e prodotti speciali o customizzati sulle esigenze specifiche, così come su servizi di logistica su misura dei propri partner. L’idea è quella di ricerca una crescita condivisa, solida, costante e sostenibile, nel segno della mutua soddisfazione tra cliente e fornitore. Unite, queste caratteristiche rappresentano, soprattutto nello scenario odierno, l’opportunità per ripartire insieme a coloro che desiderano trovare un partner solido, affidabile e professionale per affrontare insieme le sfide del mercato.

Category: Switch to the future

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Emanuela De Palo