granaio-concorezzo

Il progetto Granaio: fra innovazione e tradizione

Sacchi e Esse Impianti progetto granaio Granaio ft relè Finder
Giorgio Orsenigo (Sacchi) – Carmelo Verduci (Esse Impianti)

Finder in collaborazione con Giorgio Orsenigo, venditore Senior Sacchi della filiale di Monza, ha incontrato Esse Impianti (Macherio) per farsi raccontare il lavoro svolto presso alcuni importanti ristoranti appartenenti al Gruppo Savini Caffè. Del progetto ne parla Carmelo Verduci, uno dei proprietari dell’azienda Esse Impianti.

Progetto “Granaio”

Esse impianti, società che opera nel settore dell’impiantistica elettrica ed elettronica sia civile che industriale, si occupa di progettazioni e realizzazioni mirate secondo le specifiche esigenze della clientela.

Carmelo Verduci si è occupato della progettazione dell’impianto di illuminazione per il ristorante “Granaio” di Milano e di Concorezzo – MB.

interni_granaio_concorezzoI ristoranti della catena Granaio sono caratterizzati da un contesto che ricorda lo stile tradizionale della vita di campagna.

E’ in questa ottica che gli ambienti interni sono stati progettati, affiancando a soluzioni innovative come l’utilizzo di un impianto di illuminazione domotico, prodotti tradizionali come i sensori di movimento e presenza Finder.

Quando la domotica non è sufficiente

L’impianto previsto di tipo domotico necessitava di alcuni miglioramenti. In particolare, nelle zone caratterizzate da scarso passaggio di persone, la luce rimaneva inopportunamente sempre accesa.

Data la complessità dell’intervento su una singola area in un impianto domotico, era necessaria una soluzione che fosse più pratica e semplice possibile da realizzarsi. Esse Impianti ha deciso quindi di utilizzare i sensori di movimento e presenza Finder ad incasso in controsoffitto e a parete, in modo da permettere l’accensione dei faretti – LED – solo in caso di passaggio.

I sensori di movimento e di presenza sono caratterizzati da diverse funzioni di rilevamento, conoscerle permette di essere sicuri di installare il più adatto alle proprie esigenze!

Sensori di movimento nelle zone a ridotta frequenza di passaggio

L’bagno ristorante granaio sensore movimento finderintervento si è realizzato non solo nelle aree di passaggio dei clienti, ma anche nel reparto produzione e in molti corridoi, in quanto anche queste zone si caratterizzavano da una ridotta frequenza di passaggio. L’utilizzo dei sensori di movimento consente al risorante Granaio di ottimizzare i costi di gestione ottenendo un notevole risparmio energetico.

In totale, nei locali di Milano sono stati impiegati circa 25 rilevatori di movimento mentre nel locale di Concorezzo – MB ne sono stati installati ben una quarantina. Grazie ai vantaggi generati dall’installazione di questi prodotti ed in previsione di prossimi lavori per altre strutture del gruppo, la proprietà ha deciso di procedere quindi con l’installazione di ulteriori rilevatori di movimento tipo 18.51 in tutti gli ambienti in cui sarà necessaria la rilevazione di micromovimenti.

Carmelo Verduci: “Il prodotto Finder è affidabile, nessuno in tanti anni ha mai messo in discussione la sua qualità e sia l’installazione che la regolazione sono veramente semplici. Sono prodotti così flessibili da riuscire a ricoprire le svariate esigenze dei clienti.

Category: Case Histories

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Emanuela De Palo