Sezione_lavorazione_metalli

Grandi novità in casa Finder

Fedele ai principi di autonomia produttiva che da sempre la caratterizza, Finder ha intrapreso un progetto di ampliamento della struttura produttiva e logistica.

In particolare di recente ha ultimato i lavori del nuovissimo magazzino dedicato alla sezione lavorazione metalli.

Si tratta di un magazzino all’avanguardia, che permette l’ottimizzazione dei volumi e dei processi con l’obiettivo di ottenere un miglioramento dell’intero processo di stoccaggio. I numeri parlano chiaro: circa 650 metri quadrati di superficie per oltre 12 metri di altezza adibiti a magazzino, con un aumento della capacità di stoccaggio di oltre il 100%.Magazzino Finder

Per rispondere all’esigenza di maggiore spazio e di un sistema di movimentazione razionale, si è resa necessaria la realizzazione di un fabbricato in cui le attività del magazzino fossero strutturate in modo tale da rendere il materiale rapidamente e facilmente accessibile.
Proprio per questo la struttura utilizza, oltre ad un sistema di scaffalatura fisso, anche un sistema di scaffalatura compattabile.
Gli scaffali compattabili, scorrendo su appositi binari, permettono all’operatore di lavorare attraverso una corsia mobile, accedendo rapidamente a tutti i pallet.Magazzino Finder

L’operatore identifica i pallet stoccati su una struttura a 10 livelli, attraverso una telecamera: un sistema digitalizzato integrato con il sistema gestionale, una volta selezionato il materiale, ne garantisce la tracciabilità nei processi logistici e produttivi.

La sicurezza è garantita sotto ogni aspetto: dai dispositivi di protezione attiva degli operatori, alla protezione dei materiali stoccati, alle soluzioni antiribaltamento per le strutture semoventi.

I lavori sono stati conclusi in tempi da record: solo 10 mesi per la realizzazione dell’edificio, costruito con tecnologie all’avanguardia, nel rigoroso rispetto delle norme antisismiche e con soluzioni innovative per il risparmio energetico.

Insomma un grande passo avanti per Finder, che affronta nuove ed entusiasmanti sfide.

 

Category: Switch to the future

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Silvia Minini